8 gennaio 2018 – È iniziato il nuovo anno

La prima conviviale del 2018 ha visto la presenza di un buon numero di soci, nonostante alcune defezioni dovute all’influenza e ai malanni di stagione.
Il Presidente ha ragguagliato i presenti sulle decisioni del Consiglio, tenutosi prima della conviviale, tra cui la presa d’atto delle dimissioni del socio Vavassori, nominato nel board della Federazione internazionale del Tennis per disabili e quindi costretto a molti viaggi all’estero.
Il Club si congratula e augura a Renato un buon lavoro e gli lascia il messaggio che se un giorno ritornerà stabilmente a Palazzolo le porte del Club saranno aperte. Il Presidente comunica che si è deciso di sponsorizzare fino a tre giovani per il RYLA 2018, e quindi i Soci sono invitati a presentare eventuali candidature di giovani meritevoli (età compresa tra 18 e 30 anni) ed interessati ad entrare nel Rotaract.
Ospite della serata è il dott. Ettore Botti, psicologo e Presidente della Cooperativa sociale “Centro per la Famiglia” che ha sede in Orzinuovi, e che si dedica al sostegno e all’accompagnamento delle famiglie, e dei componenti in difficoltà, nel cammino per superarle. La sua relazione inizia spiegando come dall’osservatorio privilegiato dell’associazione abbiano potuto verificare che il numero dei ricoveri di minori (da 11 a 15 anni) sia aumentato negli ultimi anni, per cui si è deciso di mettere in campo il progetto “Non berti il cervello, usalo”, per diffondere la consapevolezze dei pericoli di una moda che è in fase di sviluppo tra i giovani e giovanissimi, cioè quella delle sfide nel bere alcolici in occasione di ritrovi o feste; le statistiche dicono che se il consumo medio (cioè abituale) di alcol è in diminuzione, invece è in aumento il consumo occasionale di quantità elevate. È noto che i giovani fino a 20-22 anni non sviluppano l’enzima che ossida l’alcol, che quindi si deposita nel fegato risultando molto pericoloso per la salute.
La caratteristica che rende unico e davvero interessante questo progetto è che ha raggiunto l’ obiettivo di radunare intorno a un tavolo ben 27 enti pubblici o soggetti privati che si sono impegnati nel lavoro di diffusione del messaggio elaborato dal progetto. Il progetto non ha una scadenza perché il fenomeno non è destinato a scomparire, e quindi in collaborazione con l’ Università di Brescia è stato attivato un monitoraggio del fenomeno, con lo scopo di avere un quadro reale della situazione e poter calibrare al meglio gli interventi educativi. L’associazione si sta poi interessando per portare anche in Italia un progetto pilota europeo, pensato in Islanda, dove il problema dell’ abuso di alcol ha raggiunto picchi elevati. È previsto un protocollo di comportamento sociale per i soggetti che accettano di impegnarsi per creare e diffondere tra i giovani l’interesse verso attività alternative nel tempo libero (come ad esempio attività sportive); le famiglie che partecipano devono far rispettare ai figli un protocollo di comportamenti sociali, in cui sono stabiliti gli orari serali di divertimento, le attività di controllo per evitare frequentazioni negative, ed altre prescrizioni molto dettagliate. I risultati di questo progetto sono stati importanti perché il fenomeno dell’abuso si è ridotto dal 50% al 20% dei giovani interessati, e quindi rappresenta indubbiamente un’opportunità anche per noi. Anche se i tempi non possono essere certi, Botti si è detto convinto dell’opportunità di impegnarsi per introdurre il progetto anche nelle nostre comunità.
Al termine della relazione è stata la volta dei Soci di chiedere approfondimenti, ad esempio se vi sono differenze di genere, e Botti ha confermato che i consumi sono maggiori per il mondo femminile, ma nella tipologia occasionale; inoltre spesso si verifica la contemporaneità con l’uso di altri tipi di droghe.
Al termine il Presidente ha consegnato al relatore un segno di ringraziamento, piccolo ma capace di far trascorrere del tempo in serenità, e ha chiuso la serata con il tradizionale tocco di campana.

No Replies to "8 gennaio 2018 - È iniziato il nuovo anno"