Conversazione con Simona Pedretti

La serata è stata dedicata alla nuova Socia Simona Pedretti, che ha avuto modo di raccontarci la sua esperienza di lavoro e di impegno nel campo sociale. Infatti, dopo gli studi nel settore della Scienza della Formazione, ha svolto attività di assistente sociale in diverse strutture pubbliche specializzandosi nel servizio di tutela dei minori, ed attualmente è Giudice Ono-rario presso il Tribunale dei Minorenni di Brescia. A suo avviso l’attività di tutela viene ancora poco considerata, anche se è la strada migliore per conoscere e capire le dinamiche della vita quotidiana di una comunità. Invece riveste il ruolo fondamentale di strumento per promuovere un miglioramento della vita dei minori, che vivono in famiglie con rapporti personali degradati, aiutandoli a trasferirsi in ambienti sociali migliori mediante l’istituto dell’affido. Simona ha raccontato alcune delle situazioni più interessanti sotto il profilo umano che si è trovata a gestire, e queste hanno rivelato l’atteggiamento colpevole dei genitori, che non capiscono la fragilità della psicologia minorile e la facilità con la quale può essere segnata in modo indelebile. Si è poi soffermata sulla legge che prevede quello che viene definito “progetto di messa alla prova” con il quale si offre la possibilità al minore che ha compiuto un reato di assumere comportamenti riabilitativi e di svolgere attività di sostegno a persone in situazioni di bisogno fisico o psicologico, per cui se alla fine del percorso assegnato il giudizio è positivo la pena assegnata al minore viene estinta. Simona ci chiede di riflettere sul fatto che la situazione sociale si sta complicando con il passare del tempo, per i motivi che abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni, e chi lavora nel suo settore si trova a dover far fronte alla carenza di mezzi che Amministrazioni distratte centellinano continuamente. Al termine del suo intervento alcuni Soci hanno chiesto informazioni e portato considerazioni che hanno dimostrato il loro coinvolgimento sul tema. Il Presidente ha ringraziato la Socia Pedretti per la sua disponibilità e ha fatto omaggio di un libro d’arte, con l’augurio che possa aiutarla a trovare momenti di relax. Poi ricorda ai Soci che lunedì prossimo si terrà l’Assemblea annuale e quindi chiede a tutti uno sforzo maggiore per essere presenti a un momento fondamentale per il nostro Club.

No Replies to "Conversazione con Simona Pedretti"